Meal Seç / Sure Seç

(ITALIAN) IL SACRO CORANO
51 - Adh-Dhariyat (Quelle che spargono)
In nome di Allah , il Compassionevole, il Misericordioso
        
1. Per i venti che spargono,
2. per quelle che portano un carico ,
3. per quelle che scivolano leggere ,
4. per quelli che trasmettono l'ordine .
5. Quello che vi è stato promesso è vero,
6. e il Giudizio avverrà inevitabilmente.
7. Per il cielo solcato di percorsi ,
8. invero avete opinioni contrastanti ,
9. è maldisposto chi è maldisposto .
10. Maledetti i blasfemi
11. che nell'abisso dimenticano .
12. Chiedono: « A quando il Giorno del Giudizio? ».
13. Il Giorno in cui saranno messi alla prova del Fuoco
14. [sarà detto loro]: « Gustate la vostra prova! Ecco quello che volevate affrettare!».
15. I timorati staranno tra i giardini e le fonti,
16. prendendo ciò che il Signore darà loro, poiché in passato facevano il bene,
17. dormivano poco di notte,
18. e all'alba imploravano il perdono;
19. e nei loro beni c'era un diritto per il mendicante e il diseredato .
20. Sulla terra ci sono segni per coloro che credono fermamente,
21. e anche in voi stessi. Non riflettete dunque?
22. Nel cielo c'è la vostra sussistenza e anche ciò che vi è stato promesso .
23. Per il Signore del cielo e della terra: tutto questo è vero come è vero che parlate.
24. Ti è giunta la storia degli ospiti onorati di Abramo ?
25. Quando entrarono da lui dicendo: « Pace», egli rispose: «Pace, o sconosciuti ».
26. Poi andò discretamente dai suoi e tornò con un vitello grasso ,
27. e l'offrì loro... [Disse]: « Non mangiate nulla?».
28. Ebbe allora paura di loro. Dissero: « Non aver paura» . Gli diedero la lieta novella di un figlio sapiente.
29. Venne dunque sua moglie gridando, colpendosi il volto e dicendo: « Sono una vecchia sterile! ».
30. Dissero: «Così ha comandato il tuo Signore. In verità Egli è il Saggio, il Sapiente».
31. Disse [Abramo]: « O inviati, qual è la vostra missione?».
32. Risposero: « Siamo stati inviati a un popolo di pervertiti,
33. per lanciare su di loro pietre d'argilla
34. contrassegnate presso il tuo Signore, per coloro che eccedono».
35. Ne facemmo uscire i credenti
36. e non vi trovammo che una casa di sottomessi .
37. Colà lasciammo un segno per coloro che temono il castigo doloroso;
38. come in Mosè, quando lo inviammo a Faraone con autorità incontestabile,
39. ma volse le spalle insieme coi suoi. Disse: «E' uno stregone o un posseduto»
40. Afferrammo lui e le sue truppe e li gettammo nei flutti, per il suo comportamento biasimevole .
41. E [ci fu segno] negli 'Âd, quando inviammo contro di loro il vento devastante
42. che nulla lasciava sul suo percorso senza ridurlo in polvere.
43. E [ci fu segno] nei Thamûd, quando fu detto loro: «Godete per un periodo».
44. Trasgredirono l'ordine del loro Signore. Li colpì una folgore mentre ancora guardavano ,
45. e non poterono restare in piedi né essere soccorsi.
46. Già [distruggemmo] il popolo di Noè: erano gente malvagia.
47. Il cielo lo abbiamo costruito con la Nostra potenza e [costantemente] lo estendiamo nell'immensità;
48. la terra l'abbiamo distesa ,e quanto bene la distendemmo !
49. Di ogni cosa creammo una coppia, affinché possiate riflettere.
50. «Accorrete allora verso Allah! In verità io sono per voi un ammonitore esplicito da parte Sua.
51. Non associate altra divinità ad Allah. In verità io sono per voi un ammonitore esplicito da parte Sua».
52. Non mai giunse un messaggero a quelli che li precedettero senza che gli dicessero: « Sei uno stregone, un pazzo! ».
53. E' questo quel che si sono tramandati ? E' davvero gente ribelle.
54. Volgi loro le spalle: non sarai biasimato ;
55. e ricorda, ché il ricordo giova ai credenti .
56. E' solo perché Mi adorassero che ho creato i dèmoni gli uomini .
57. Non chiedo loro nessun sostentamento e non chiedo che Mi nutrano.
58. In verità Allah è il Sostentatore, il Detentore della forza, l'Irremovibile.
59. Coloro che saranno stati ingiusti avranno la stessa sorte che toccò ai loro simili: non cerchino quindi di affrettarla.
60. Guai a coloro che non credono, per via del Giorno di cui sono stati minacciati.